Sono avvocato da trent’anni e, fin dall’inizio della mia attività professionale, mi sono battuto nei Tribunali e nella società civile per affrontare i diritti e combattere le ingiustizie riguardanti i lavoratori subordinati ed autonomi, piccole e medie imprese e cittadini vessati dalla burocrazia. Attualmente ricopro la carica di consigliere comunale del PD e lì presiedo la commissione tecnico-finanziaria, dove ho avuto modo di verificare in prima persona la qualità delle scelte amministrative effettuate in questo quinquennio da Francesco Vassallo, insieme alla Giunta che presiede. La mia decisione di candidarmi nuovamente ha, dunque, forti radici che affondano in un lungo percorso di esperienze professionali e sociali. Mi ricandido con fierezza ed entusiasmo in quanto considero Francesco Vassallo la persona più idonea a ricoprire la carica di Sindaco di Bollate sia per le qualità di amministratore competente, già dimostrate, oltre che per quelle umane. In questo periodo di crisi sanitario-economica mondiale, innescata dal Covid 19, ha dimostrato forza, determinazione e sensibilità umana eccezionali. Bollate ha bisogno, ora più che mai, di una guida autorevole che sappia sostenere lo sviluppo del territorio, ma che, nel contempo, non dimentichi gli ultimi.